> DSA

Centro specialistico
per le difficolta' di apprendimento

Strategie

Diagnosi

La diagnosi di DSA è di stretta pertinenza di un professionista del settore, quale neuropsichiatra o psicologo. Alla base delle procedure diagnostiche vi e' la raccolta di informazioni da fonti multiple (genitori, diretto interessato ed eventualmente insegnanti) affiancata dalla somministrazione di materiale testistico, al fine di effettuare una diagnosi completa e puntuale.

Quali obiettivi porsi?

L'obiettivo da raggiungere non deve essere quello di modificare i parametri di lettura di un ragazzo dislessico fino al raggiungimento dei parametri di un normo-lettore.

L'obiettivo principale deve, invece, essere quello di fornire ai ragazzi con DSA degli strumenti e delle strategie che permettano loro di studiare e di apprendere, indipendentemente da questi parametri. 

In diversi casi, le persone dislessiche sviluppano autonomamente delle strategie che compensino le proprie difficoltà, per andare incontro alle richieste scolastiche, in questi casi di "Autocompensazione".

Un passo importante per una persona con un DSA è quello di imparare a conoscere se stessa e i propri canali di apprendimento privilegiati in modo da poterli sfruttare e valorizzare nello studio.

Ogni persona è diversa e le strategie utilizzabili sono molteplici e variegate. E' pertanto utile l'aiuto di un professionista che illustri tutte le possibilità, cercando, insieme al ragazzo, le strategie più adatte a lui, aiutandolo a padroneggiarle, al fine di renderlo sempre più indipendente nell'esecuzione dei compiti e nell'affrontare le richieste scolastiche.


Gli Strumenti


Strumenti COMPENSATIVI

Gli strumenti compensativi sono citati nella legge 170/2010 e hanno lo scopo di garantire l'autonomia dello studente. Gli strumenti compensativi per chi ha un DSA, sono come gli occhiali per una persona miope.
Pertanto non sono una facilitazione, in quanto non rendono meno oneroso il carico di studio e non sono un vantaggio, in quanto non pongono in una posizione privilegiata chi li utilizza. 

Molti strumenti compensativi sono fruibili attraverso il computer o dispositivi elettronici, ma da soli non bastano. E' necessario che siano integrati con un piano di studio, strategie e didattica appropriate.

Con il passare del tempo è necessario assicurarsi che gli strumenti compensativi utilizzati fino a quel momento, siano ancora validi, o se sia più appropriato cambiarli per andare incontro a nuove esigenze che nel frattempo possono essere emerse.

Di seguito un elenco di strumenti compensativi che possono essere messi a disposizione dei bambini e ragazzi:

  • registratore
  • semplificazione delle consegne scritte
  • calcolatrice
  • tavole pitagoriche
  • schemi
  • mappe concettuali
  • libri digitali.


Misure DISPENSATIVE

Le misure dispensative sono invece interventi che consentono all’alunno o allo studente di non svolgere alcune prestazioni che, a causa del disturbo, risultano particolarmente difficoltose e che non migliorano l’apprendimento.

Ad esempio, può essere utile non chiedere ad un alunno dislessico leggere ad alta voce un brano lungo, in quanto questo non migliorerebbe la sua capacità di lettura, ma porterebbe a vissuti stressanti e di frustrazione. 

Gli alunni con DSA possono essere dispensati da:
  • lettura ad alta voce
  • copiatura dalla lavagna
  • scrittura sotto dettato
  • studio mnemonico di tabelline
  • trascrizione di compiti o appunti.
 

Gli esperti

Dott.ssa Letizia Giribaldi

Neuropsicologa


Dott.ssa Francesca Magnani

Psicologa Scolastica


Dottor Andrea Spada

Psicologo Clinico e Psicoterapeuta

Domande e curiosità

Thank you for contacting us. We will get back to you as soon as possible
Oops. An error occurred.
Click here to try again.

Dove siamo

Sede: via San Martino, 13 - Forlì (c/o: SAIPS)

via san martino, 13 forlì

Contatti

Telefono: 0543.30518 - (9.00 - 18.30, dal lunedi al venerdi)


E-mail: [email protected]